fbpx

Un dipendente delle Ferrovie sarebbe stato aggredito da una quindicina di magrebini all’interno della stazione ferroviaria di Agrigento. Motivo dell’aggressione quello di farli uscire fuori dall’area della stazione. Ecco perché alcuni componenti del gruppetto che presidia lo scalo tra il 22 e il 30 marzo scorsi hanno rivolto le loro attenzioni al dipendente delle Ferrovie. Venerdì della scorsa settimana, gli extracomunitari, che bivaccano nella zona, hanno circondato l’uomo, cospargendolo da capo a piedi con gel per capelli, fuggendo via prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Il 23 hanno cercato di inseguirlo, il 24 hanno atteso che salisse sulla propria auto per tornare a casa, rifilando verso la carrozzeria del veicolo calci, lanciando anche alcuni sassi. L’uomo, forse spaventato per quello che avrebbe potuto succedergli in futuro ha preferito sorvolare su quanto accaduto, ma fino a mercoledì scorso. Mentre era al bar si è accorto che nei paraggi c’era uno dei delinquenti che lo avevano aggredito nei giorni precedenti, il quale lo avrebbe puntato per l’ennesima volta.A questo punto, il dipendente delle Ferrovie ha deciso di recarsi dalla Polfer per denunciare quanto accadutogli nei giorni precedenti. Da qui, gli agenti della polizia ferroviaria hanno fatto scattare le indagini, sfociate nella denuncia di un marocchino.