fbpx

Strappa il braccialetto elettronico e si allontana dall’abitazione dove era stato collocato agli arresti domiciliari. I carabinieri di Licata lo hanno ritrovato e arrestato per evasione dai domiciliari. Si tratta del ventenne Francesco Amatore che era stato arrestato – sempre dai militari dell’Arma della compagnia di Licata – lo scorso 23 giugno per l’ipotesi di reato di tentato omicidio. Il giovane era stato accusato di avere inferto una coltellata alla nuca al compagno della madre.

Nella tarda mattinata di ieri, l’arresto del giovane licatese è stato convalidato. Il giudice ha disposto la sua sistemazione in una comunità dell’Agrigentino.