Una conferenza stampa animata, ma dai toni pacati, quella tenutasi ieri allo Stadio Esseneto, convocata dal Presidente dell’Akragas, Giuseppe Deni, ed alla quale ha partecipato l’Assessore comunale allo Sport di Agrigento, Costantino Ciulla.

Nel corso del suo intervento, Giuseppe Deni ha rassegnato le proprie dimissioni da Presidente ed ha manifestato ai giornalisti, ed ai tifosi presenti, il proprio disappunto nei confronti dell’amministrazione comunale, rea, a suo dire, di avere mostrato disinteresse nei confronti dell’Akragas ed un certo immobilismo rispetto alla richiesta avanzata, dallo stesso Presidente biancoazzurro, di avere in affidamento l’impianto sportivo.

Deni si è a lungo soffermato sull’importanza di avere l’affidamento dello stadio, sia sotto il profilo economico, ciò consentirebbe, infatti, la realizzazione di eventi, sportivi ed extrasportivi, da cui ricavare risorse economiche da utilizzare per il rafforzamento della squadra, sia da un punto di vista sociale, perché faciliterebbe la creazione di un grande vivaio giovanile che sottrarrebbe centinaia di ragazzi dai pericoli della strada.

Precisa la replica dell’Assessore Costantino Ciulla che ha puntualizzato come l’affidamento di una struttura a rilevanza economica, come è appunto lo stadio Esseneto, debba, come esplicitato da una Delibera dell’ANAC e dalla legge, necessariamente passare attraverso apposite procedure di gara ad evidenza pubblica, con tutte le lungaggini burocratiche del caso.

Ciulla ha anche ribadito che l’amministrazione comunale, seppur tra le mille difficoltà, si è sempre dimostrata vicina alle esigenze della società agrigentina, come dimostrerebbe, anche, il gran lavoro svolto dal suo assessorato e dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Gerlando Piparo, in sinergia con il capo di gabinetto vicario dell’assessorato regionale allo Sport, Calogero Pisano, per la definizione del progetto dell’impianto di illuminazione dello stadio che sarebbe ad una passo, o per meglio dire, ad una firma (quella del Comitato interministeriale per la programmazione europea) dalla sua realizzazione.

Il dibattito tra i due protagonisti, Deni e Ciulla, si è concluso con l’invito dell’assessore comunale al dimissionario Presidente akragantino a rivedersi al più presto.