La musicologa agrigentina Angela Bellia, che svolge attività di ricerca presso l’Università di Bologna, il 14 aprile prossimo presenterà al Centre d’études supérieures de la Renaissance – Université François-Rabelais- Centre National de la Recherche Scientifique di Tours in Francia i risultati di uno studio scientifico sull’iconografia musicale della Sala Magna di Palazzo Chiaromonte di Palermo. Dalla ricerca di Angela Bellia sul soffitto dello Steri, dove è «condensata una vera enciclopedia dell’arte medievale», le immagini musicali evidenziano una notevole tempestività di informazione rispetto ai rilevanti movimenti culturali verificatesi in Europa e l’apertura verso le tendenze artistiche che si incrociavano nel Mar Mediterraneo nel secondo Trecento, anche attraverso l’accoglimento di forme dell’arte spagnola, francese e inglese e delle rispettive eredità ed espressioni musicali. Nella reinterpretazione dei pittori dello Steri i protagonisti delle scene musicali diventano preziose presenze, funzionali alla glorificazione della corte di Manfredi III Chiaromonte.