Due malviventi, con il volto travisato da due caschi integrali, e armati di pistola, giunti a bordo di uno scooter, hanno tentato di mettere a segno una rapina al distributore di carburante Eni di via Palma, a Licata. Hanno intimato al dipendente di consegnargli i soldi dell’incasso. La prontezza dell’uomo ha scongiurato il peggio. Il benzinaio, si è messo a correre, rifugiandosi nell’ufficio della stazione di servizio, e i rapinatori si sono dileguati velocemente a mani vuote. Dopo alcune indagini, anche con l’ausilio delle immagini di videosorveglianza, i poliziotti del Commissariato cittadino diretti dal vice questore, Cesare Castelli, sono riusciti ad individuare uno dei due malviventi: un pregiudicato di 48 anni. Nell’abitazione dell’uomo sono stati rinvenuti 166 grammi di cocaina , un bilancino di precisione, vari oggetti per il confezionamento della sostanza e banconote per un totale di 2000 euro. Nel corso della perquisizione trovati anche gli indumenti compatibili con quelli indossati da uno dei malviventi che avevano tentato la rapina al distributore di carburanti. Il 48enne , durante la perquisizione, si sarebbe barricato nel bagno provando ad disfarsi della sostanza stupefacente gettandola nel wc. L’uomo, inoltre, si sarebbe anche scagliato contro i poliziotti intervenuti.