Secondo l’Arpa, l’agenzia che si occupa di controllare la salubrità dell’ambiente, i frequenti sforamenti dei livelli massimi di inquinamento atmosferico derivante dalla massiccia presenza di polveri sottili che si registrano a Porto Empedocle, ma anche ad Agrigento e Monserrato, sono da addebitare al vento di Scirocco. A confermarlo è Giovanni Palazzotto, responsabile del controllo dell’inquinamento atmosferico.