Faceva consegne a domicilio di droga e percepiva il reddito di cittadinanza. I Carabinieri hanno arrestato un 20enne incensurato, sorpreso nel cuore della notte nello storico quartiere di Borgalino, a Canicattì, mentre consegnava la droga. I militari lo hanno fermato a bordo di un potente T-Max, e perquisito: il malvivente è stato sorpreso in possesso di ben 30 dosi di cocaina pronte per essere consegnate, di 1 sasso di cocaina del peso di 10 grammi, di 1 coltello a serramanico con 18 cm. di lama e di 550 euro in banconote di piccolo taglio. La perquisizione è continuata nell’abitazione del giovane dove sono state rinvenuti e sequestrati alcuni involucri contenenti 10 grammi di marijuana, altra cocaina e tutto il materiale per il confezionamento in dosi degli stupefacenti, compreso un altro coltello.

Inoltre, i carabinieri hanno identificato sotto casa del pusher un tossicodipendente che gli aveva dato appuntamento per la consegna della cocaina acquistata via telefono.

I militari, oltre al sequestro della droga, del denaro e dei coltelli, hanno proceduto a quello del potente motociclo (peraltro risultato privo di assicurazione) utilizzato per fare le consegne degli stupefacenti ed hanno avviato la procedura per la revoca del reddito di cittadinanza percepito dall’arrestato.