Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha disposto il rinvio a giudizio di Mario Rizzo, 24 anni, agrigentino. L’imputato è accusato di atti sessuali con una dodicenne (palpeggiamenti ed effusioni varie). La ragazzina non sarebbe stata costretta con la violenza, ma la legge italiana vieta comunque di compiere atti sessuali con minori. Il fatto contestato a Rizzo risale al 2 luglio 2006. Il processo comincerà il 4 luglio prossimo. Rizzo è stato recentemente condannato per estorsione ai danni della zia vigilessa alla quale avrebbe sottratto la pistola d’ordinanza per poi chiedere un riscatto.