Un ragazzo di soli 16 anni, Mack Rutherford, è decollato, quest’oggi, dalla Bulgaria nel tentativo di diventare il più giovane pilota di ultraleggeri a completare il giro del mondo in solitaria. “Abbiamo dovuto cambiare la rotta a causa della guerra in Ucraina – ha dichiarato Mack Rutherford ai giornalisti poco prima del decollo da un piccolo aeroporto vicino alla città di Radomir, a un’ora di macchina dalla capitale Sofia – non passerò più per la Russia, ma per il Pakistan, l’India, la Cina, la Corea del Sud, il Giappone e poi per gli Stati Uniti”, ha detto, indossando una tuta e un cappellino da baseball blu. La guerra in Ucraina non ha scoraggiato questo precoce avventuriero dall’intraprendere una sfida che sua sorella aveva già provato all’età di 19 anni. L’intrepido Marck, che ha  preso i comandi di un aereo per la prima volta all’età di sette anni, vuole a tutti i costi battere il precedente record stabilito da un diciottenne britannico, Travis Ludlow. “Voglio dimostrare che non è necessario avere più di 18 anni per fare qualcosa di speciale”, ha dichiarato Mack Rutherford, che viaggerà in 30 Paesi e quattro continenti in meno di tre mesi. La parte più difficile, ha detto, è stata convincere i suoi genitori, che erano piuttosto scettici riguardo alla sua età e alla sua volontà di andare fino in fondo, ed a cui ha promesso di tornare a scuola, finito il viaggio, per conseguire il diploma di maturità. Il padre, la madre e la sorella del pilota erano presenti alla partenza, dove il giovane è stato salutato ed applaudito da una piccola folla di appassionati di aviazione. L’unica compagnia a bordo, sul sedile del passeggero, il suo consolante orsacchiotto.