Teste di maiale, sculture modellate in gesso, saranno disseminate giovedì 18 agosto 2011 a Sciacca. Uno dei simboli del terrore mafioso viene utilizzato per dare vita a una provocazione sociale, ad una performance urbana dal titolo “Avvertimento”. Obiettivo: scuotere le coscienze, diffondere consapevolezza per un agire collettivo a favore della legalità e contro la mafia.
L’iniziativa verrà presentata nel corso di una conferenza stampa indetta per domani, mercoledì 17 agosto, alle ore 11.00 nella Sala Blasco del Comune di Sciacca. Annunciata la presenza del sindaco Vito Bono, degli assessori allo Spettacolo Michele Ferrara e alle Politiche Sociali Gianfranco Vecchio; degli autori Sasha Vinci, Maria Grazia Galesi, Daniele Marranca; degli artisti Irénée Blin, Roberta Ricci e Elena Rosa. Ed inoltre di: Piero Bocchiaro, psicologo sociale autore dell’indagine sociale sul tema della (il)legalità, progetto correlato ad “Avvertimento”; dei rappresentanti dei soggetti partner e sostenitori di progetto quali Libera contro le mafie, Cooperativa Beppe Montana, Dearte Edizioni, L’Altra Sciacca e il Centro Commerciale Naturale del Centro Storico di Sciacca.

All’alba del 18 agosto, verranno posizionate decine di teste di maiale di gesso in alcuni luoghi della città. Durante la mattinata, tre performer si muoveranno tra le strade del centro storico portando con sé un’opera scultorea.
Nel pomeriggio, la performance avrà come protagonista il pubblico. Le opere saranno poi posizionate nell’atrio superiore del Comune, luogo in cui resteranno in esposizione per il resto della serata accompagnate dalla musica di Vincent Migliorisi.