Due gommoni, con a bordo circa 180 immigrati, sono stati segnalati ed avvistati a circa 90 miglia dalla costa di Lampedusa. Le motovedette della Guardia costiera si stanno dirigendo nella zona. ”Consideriamo gravissimo il fatto che, in occasione degli ultimi sbarchi sulle coste delle province di Agrigento e Siracusa, le Questure abbiano negato l’accesso agli operatori di Save the Children. I migranti in arrivo sono stati immediatamente rimpatriati senza che si sia potuto accertare la presenza, tra le persone respinte, di minori soli e di altri soggetti vulnerabili”. Lo ha dichiarato in una nota Raffaela Milano, direttore programma Italia Europa di Save the Children. “Negli ultimi giorni si è intensificato il flusso di arrivo di migranti in Italia. In particolare, sono ben 260 i migranti giunti a Lampedusa dalla Libia in tre sbarchi la scorsa notte, tra i quali sei donne, una incinta, e 21 presunti minori. Sono persone di nazionalità diverse, quali Gambia, Mali, Somalia, Eritrea, Etiopia, Nigeria. Nei giorni scorsi altri sbarchi si sono verificate sulle coste siciliane”, continua la nota dell’associazione. ”Stiamo per affrontare l’arrivo della stagione estiva, un’altra volta, senza un piano chiaro e definito per l’accoglienza dei minori da garantire, con risorse certe, sull’intero territorio nazionale, un piano indispensabile per scongiurare il ripetersi delle tragiche situazioni già vissute in occasione della crisi del Nord Africa. Facciamo appello a tutte le istituzioni coinvolte affinchè si intervenga per tempo, senza doversi trovare a gestire l’ennesima emergenza”, conclude Save the Children.

Un pensiero su “Avvistati due gommoni a largo di Lampedusa. Durissima protesta di Save the children”
  1. E vadano a farsi benedire tutte queste associazioni “Save the Criminals” in quanto, gira e rigira, con la scusa di atti pietosi (Save the Children) in realtà si dà una mano alla CRIMINALITA’. Bene han fatto le QUESTURE a negare l’accesso a questi malati mentali che mettono su queste pseudo associazioni umanitarie che, come detto, sono il lasciapassare di situazioni criminali. Qualunque sia la denominazione di tali organismi non governativi, una cosa è certa: si sono mai preoccupati di entrare nelle famiglie italiane dove c’è veramente bisogno? Poichè le famiglie di cui parlo, sono ormai quasi ridotte in miseria, personalmente adotterei il metodo del BASTONE (nella capoccia) per far capire a questi malati mentali come stanno realmente le cose nel nostro (ex) Bel Paese ormai ridotto in una situazione drammatica, specie per quanto attiene alla classe meno ambiente. Quella classe che la Sinistra Italiana dovrebbe difendere con le unghia e con i denti e che, invece, a causa di questa politica insensata MIOPE e FILO STRANIERA, sta portando alla totale ed irreversibile rovina. Per la prima volta nella storia dell’umanità, si verificherà una RIVOLUZIONE per togliere di mezzo una volta per tutte coloro che tale rivoluzione dovrebbero capitanare!

I commenti sono chiusi.