fbpx

E’ stata “incastrata” dalle telecamere di videosorveglianza. E’ per furto e indebito utilizzo di carte di pagamento che una donna di Canicattì è stata denunciata, in stato di libertà, alla Procura di Agrigento. I poliziotti hanno potuto accertare che la donna aveva fatto dei prelievi allo sportello bancomat utilizzando la carta sottratta nell’abitazione dove svolgeva il servizio di badante. A far mettere in moto l’attività investigativa dei poliziotti del commissariato di Canicattì – che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli – è stata la denuncia di un anziano che, agli agenti, riferiva d’aver subito la sottrazione, in casa, di oggetti di valore, mentre dal suo conto corrente qualcuno aveva prelevato poco meno di 2 mila euro.