A proposito dell’attività di bonifica arbitraria effettuata in contrada Maddalusa, l’assessore comunale per l’ambiente, l’ecologia e la santità di Agrigento, Rosalda Passarello precisa: “il Comune di Agrigento aveva già disposto la bonifica del sito da parte della società GE.S.A. AG 2 e la medesima società ha risposto disponendo il relativo intervento da attuarsi il 21 luglio. Alcuni cittadini hanno attuato, un intervento su rifiuti anche pericolosi 24 ore prima di quello programmato dell’Amministrazione, senza averlo preventivamente comunicato al Comune dal quale sarebbero stati informati che l’intervento era già in atto. Siamo dispiaciuti del fatto che superficialità e sprovvedutezza possano costituire rilevante responsabilità oggettiva e conflitto con le rigorose leggi dello Stato in tema di rifiuti e tutela ambientale, nonostante la buona fede dei soggetti privati.