A Burgio è stata scoperta la presenza del tartufo che, in particolare della specie di colore bianco chiamato “tuber borchii”, può diventare un’importante fonte di reddito per l’economia locale. Ci crede la Regione che ha avviato da qualche tempo un apposito progetto con la scopo di individuare le aree di sviluppo della tartuficoltura, con la possibilità di impiantare e coltivare piante micorizzate finalizzate alla produzione organica del tartufo e ci crede lo stesso Comune di Burgio che ha organizzato alcune  manifestazioni di degustazione, tra l’estate e l’inverno, all’interno delle quali il tartufo bianco locale sarà il fiore all’occhiello delle pietanze della ristorazione.