Ha preso il via ufficialmente ieri sera a Porto Empedocle il primo tra gli incontri del “Caffè Letterario”2011. Ad inaugurare la stagione letteraria, una serata dedicata a Luca Crescente, magistrato scomparso prematuramente a causa di un malore. Un uomo integerrimo, esempio di virtù etiche e civiche, appassionato del suo lavoro cui ha dedicato gran parte della propria vita.

Ad omaggiare Crescente, “Tempo niente”, un libro realizzato dallo scrittore Roberto Alajmo in cui si racconta la vita breve e felice vissuta dal magistrato. Dal suo incontro all’università con la donna che diventò sua moglie, alla nascita dei due suoi figli.

Nel libro si racconta anche l’ostinazione di una donna che non si rassegna all’oblio che avvolge la scomparsa dell’amatissimo compagno. Così ne esce il ritratto nitido di una persona che in modo naturale è riuscita a mescolare la normalità del quotidiano, alla serietà e al coraggio del magistrato antimafia.

A Luca Crescente, è dedicato un parco pubblico a Porto Empedocle.

Nel corso della serata, è stato proiettato un filmato per rendere omaggio a Crescente…uomo esempio di vita.