Grazie all’ausilio del nono Nucleo elicotteri carabinieri di Palermo, nel corso di una perlustrazione aerea, è stata avvistata dall’alto una possibile piantagione di cannabis, rilevata nel territorio di Cammarata, lungo il corso del torrente “Saraceno”, nell’omonima contrada. Tramite gli apparati installati a bordo del veivolo, i militari, che hanno effettuato la perlustrazione aerea, hanno trasmesso fotografie e coordinate geografiche, per permettere una meglio individuazione del luogo. I carabinieri della compagnia di Cammarata hanno raggiunto un’area estesa longitudinalemnte sull’ansa del fiume vasta quanto un campo di tennis su cui insisteva una piantagione di cannabis sativa per un totale di 89 piante dell’altezza variabile dai 120 centimetri sino alle più alte che sfioravano i 4 metri. Inoltre nel terreno era presente un sistema di irrigazione che prelevava l’acqua direttamente dal fiume e la portava presso ogni singola pianta così da permettere agli ignoti coltivatori di non esporsi giornalmente nella cura della loro illegale piantagione. Da ulteriori accertamenti presso l’ufficio tecnico del Comune è emerso che il terreno era di proprietà demaniale, quindi non si è potuto addebbitare le responsabilità penali a nessun soggetto. Come disposto dall’autorità giudiziaria, le piante sono state estirpate e sottoposte a sequestro, in attesa di essere distrutte dopo le analisi specifiche in merito.