Carmelo Sferrazza, 18 anni,  di Naro, ex studente della quinta  F del liceo scientifico Antonino Sciascia di Canicattì, tramite l’avvocato Girolamo Milito, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale per ottenere l’annullamento dell’esito dell’esame di maturità appena sostenuto. Non che l’esame sia andato male. Anzi, il giovane si è diplomato con il massimo dei voti (cento centesimi) , ma Sferrazza ritiene di essere stato gravemente danneggiato dalla commissione giudicatrice perché questa non gli ha riconosciuto la lode.  Ed è stato questo che ha fatto scattare la reazione dello studente che rivolgendosi al Tar ha citato in giudizio il ministero dell’Istruzione, l’Ufficio scolastico provinciale di Agrigento, l’Istituto scolastico che frequentava, ed ovviamente la commissione giudicatrice nella persona del suo presidente.