Cresce l’attesa in città per l’avvicinarsi di quello che, a detta di molti, sarà il più bel Capodanno della Sicilia.

Più di dodicimila persone sono attese ad Agrigento per la notte più “lunga” dell’anno, sicuramente in gran parte richiamati dal concerto di Achille Lauro, personaggio discusso e controverso, ma cantante tra i pù bravi e creativi dell’intero panorama musicale italiano.

Una scelta, quella del trentaduenne cantautore veronese, fatta dell’Amministrazione comunale, che già adesso, a pochi giorni dalla mezzanotte del 31 dicembre, pare azzeccatissima, che fa del capoluogo agrigentino polo di attrazione assoluto per gli amanti della musica (forse il più importante dell’intera regione) e che porterà in piazza Marconi tantissimi giovani, e meno giovani, accomunati dalla voglia di divertirsi e brindare al 2023.

Ma non ci sarà soltanto Achille Lauro ad accompagnare gli agrigentini nel nuovo anno, a calcare le tavole del palco che per l’occasione sarà allestito di fronte all’edificio della Stazione Ferroviaria di Agrigento, ci saranno anche il bravo e simpaticissimo conduttore rediofonico Riccardo Gaz, il cantante Lello Analfino, il giornalista Silvio Schembri ed il disc jockey Pablo DJ, tutti insieme per un evento unico nella storia della città dei templi e per uno spettacolo che si annuncia memorabile.