Diviso in due tronconi il processo “Family”, scaturito dal blitz antimafia dello scorso anno che consentì di assicurare alla giustizia alcuni presunti affiliati alla cosca di Coa Nostra di Castrofilippo tra i quali anche il sindaco Salvatore Ippolito. Tre imputati hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato e per loro il processo avrà inizio il 9 maggio. Si tratta degli omonimi Angelo Alaimo rispettivamente di 53 e 63 anni e di Giuseppe Arnone di 53. Altri due invece, l’ex sindaco Salvatore Ippolito e il presunto capomafia Antonino Bartolotta, anni hanno scelto di essere giudicati con il rito ordinario e per questo motivo sempre il 9 maggio si deciderà per il loro rinvio a giudizio. Questo l’esito dell’udienza preliminare celebratasi ieri dinanzi al Gup del Tribunale di Palermo  Giuseppe Rizzo.