fbpx

I movimenti franosi che interessano il costone della cattedrale di San Gerlando riguardano anche l’adiacente palazzo arcivescovile. Pare che alcune fessure nella parte a nord, quella che dà sul costone, si siano allargate, fino al punto da indurre i tecnici della Protezione civile a consigliare all’arcivescovo Francesco Montenegro di non utilizzare quell’ala dell’alloggio. Tutto questo conferma come la situazione non sia stabile e come essa vada costantemente ed attentamente monitorata.