Colpi di pistola sono stati esplosi, durante le ore notturne, davanti l’abitazione di un licatese trentatreenne che è, al momento, sottoposto alla detenzione domiciliare. Erano le due fra domenica e ieri, quando i carabinieri della Compagnia di Licata sono intervenuti in via Torregrossa, dove erano stati appena esplose le pistolettate. I militari dell’Arma hanno ritrovato a terra quattro bossoli, e una cartuccia inesplosa, che sono risultati essere riconducibili ad una pistola calibro 7,65. La Procura di Agrigento, ha aperto un fascicolo d’inchiesta, a carico di ignoti, per l’episodio che ha tutte le caratteristiche di un atto intimidatorio. Gli investigatoti dell’Arma hanno sentito il trentatreenne, per cercare di capire, se l’uomo possa aver avuto delle discussioni con qualcuno. Appare scontato che i carabinieri abbiano già verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza pubblici o privati nella zona in cui sono stati esplosi i colpi di pistola. Sulla vicenda c’è il massimo riserbo di investigatori ed inquirenti.