fbpx

Dopo i recenti episodi legati alla microcriminalità che hanno turbato non poco il sonno dei residenti della località balneare di San Leone, arriva la presa di posizione del Comitato San Leone. “Fra i tanti problemi di San Leone ci mancava solo quello della sicurezza. A pochi giorni dall’ennesimo furto in appartamento, e dall’appello che il Comitato ha lanciato al Prefetto, il problema della sicurezza a San Leone si è ulteriormente aggravato. Ci si chiede come sia possibile che “i solitio ignoti”, nella stessa sera non solo abbiano derubato tranquillamente una tabaccheria, ma che sentendosi assolutamente al sicuro, abbiano deciso di “farsi la seconda” depredando anche una sala giochi. E’ evidente che per i malviventi San Leone è ormai una terra di nessuno, una zona di caccia nella quale agire serenamente. Torniamo a chiedere con forza al Prefetto, che ha la responsabilità del coordinamento dei servizi di Pubblica Sicurezza, di adoperarsi affinchè lo Stato faccia sentire la propria presenza attraverso quella delle Forze dell’Ordine. Affinchè i cittadini ed i commercianti ritrovino la propria serenità e prima che accadano episodi ancora più gravi, è necessaria l’istituzione di un servizio di sorveglianza costante ed efficace.