fbpx

Commissariata l’Asp di Agrigento, ma nella sostanza cambia poco o nulla. L’assessore alla Salute Ruggero Razza ha nominato Mario Zappia, direttore generale e commissario. In carica rimarranno sia l’attuale direttore amministrativo che quello sanitario. Zappia è originario di Bronte, già funzionario regionale e commissario dell’Asp di Siracusa. Sull’ipotesi di nomina di un commissario, come è avvenuto, la politica si era confrontata e scontrata, soprattutto sull’ipotesi di rinnovare il vertice dell’Azienda sanitaria alle porte della campagna elettorale. A difesa dell’attuale governance erano scesi in campo diversi deputati regionali. A dire “no” al commissariamento dell’Asp di Agrigento era stato anche il presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava.
“Dopo le miserie che l’inchiesta palermitana sulla sanità ci ha regalato nei giorni scorsi, nessuna furbizia politica è più tollerabile- aveva tuonato Favara-. I commissariamenti in atto nelle aziende sanitarie vanno risolti nominando, secondo procedure trasparenti, direttori e dirigenti. Sostituire un commissario con un altro magari sperando di trarne utilità in vista delle future amministrative, è inaccettabile”.