La burocrazia “soffoca” anche i Comuni, soprattutto quelli più piccoli. Ma a pagare il conto più salato sono i cittadini che devono sostenere un costo aggiuntivo pro capite pari a 251 euro all’anno: in termini complessivi, quasi 14,5 miliardi. L’analisi è stata realizzata dall’Ufficio studi della CGIA per conto dell’Asmel, l’Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali.

sat/gtr