fbpx

Chiusura per 5 giorni di 12 attività commerciali per violazioni del Dpcm. 839 persone controllate, e 8 multe da 400 euro “a testa”; 463 attività commerciali ispezionate, e una sanzione amministrativa. Questi i numeri dei controlli eseguiti dalle forze dell’ordine, in ambito provinciale, in occasione del primo fine settimana di zona rossa, in provincia di Agrigento, con il coordinamento del prefetto Maria Rita Cocciufa. Il Prefetto ha presieduto una riunione operativa con la partecipazione dei vertici della Questura, Arma dei carabinieri, e Guardia di finanza. Nel corso dell’incontro sono stati rimodulati i servizi di vigilanza e controllo del territorio, riguardo il rispetto delle misure di contenimento del contagio da Covid-19, con particolare attenzione alle aree, in cui sono più frequenti fenomeni di assembramento.

I controlli sono stati rivolti, oltre che alla verifica del corretto uso delle mascherine e del divieto di assembramento all’interno dei comuni della provincia di Agrigento, anche all’osservanza delle norme più stringenti riguardanti l’operatività degli esercizi pubblici, nonché gli spostamenti non solo all’interno dei vari territori comunali, ma anche tra comuni diversi. Il prefetto, inoltre, ha inviato una lettera ai sindaci con cui li sensibilizza in merito all’opportunità di attivare le rispettive polizie locali, al Libero Consorzio dei Comuni di Agrigento, e al Corpo forestale, per l’effettuazione di analoghi servizi di vigilanza a supporto delle forze di polizia.