fbpx

Sono complessivamente 8, sei agrigentini e due immigrati, i multati fra fine dell’anno e Capodanno. Alcuni sono stati pizzicati in giro, in auto, senza alcuna valida motivazione. In due, un uomo e una donna poco più che trentenni, sono stati invece sorpresi – in violazione del “coprifuoco” – ubriachi e intenti a ballare in via Pirandello, ad Agrigento. Ad elevare le sanzioni sono stati i carabinieri che, assieme ai militari dell’Esercito, hanno effettuato controlli lungo le vie del centro. I carabinieri hanno multato anche due immigrati, uno dei quali in forte stato d’ebbrezza e forse anche drogato girava con i soli slip al villaggio Mosè di Agrigento urlando e scaraventandosi contro due suoi connazionali. E i controlli delle forze dell’ordine pare siano destinati a continuare: la Befana sembra che non sarà per gli italiani il giorno della liberazione da divieti e restrizioni. Il 9 e 10 gennaio tutto il Paese potrebbe tornare in fascia arancione, come nei giorni feriali del periodo natalizio . Al termine di una lunga giornata scandita da riunioni politiche e tecniche il governo decide di varare nuove misure per contenere i contagi da Covid-19. E lavora al calendario delle nuove chiusure dal 7 al 15 gennaio: alla mezzanotte dell’Epifania scadrà il Decreto Natale e servirà un provvedimento-ponte, un’ordinanza del ministro della Salute.