In poche ore ad Aragona si è arrivati a 8 nuovi contagiati da coronavirus. Tre casi erano emersi mercoledì scorso, ben 5 ieri. “ Si tratta di 5 persone dello stesso nucleo familiare- dice il sindaco Pendolino- la mappatura dei contatti è stata già fatta e le persone sono state messe in quarantena. Vi prego di restare a casa, di evitare uscite non necessarie. Si avvicina l’autunno e quindi inizieranno le influenze e diventerà più difficile gestire l’emergenza. Vi prego di evitare uscite inutili e di rispettare il distanziamento e di utilizzare tutti i dispositivi di protezione individuale”. Per quanto riguarda Licata, uno dei due nuovi casi riguarda un focolaio già noto e che interessa complessivamente 4 persone, di cui soltanto uno ricoverato: è quello del ristorante che è stato temporaneamente, e in via precauzionale, chiuso. L’altro caso riguarda un cittadino straniero, ospite da recente di un B&B licatese, uno slavo che presenta uno stato febbrile. “ Gli ultimi due contagiati – hanno reso noto dalla polizia municipale di Licata – sono entrambi in isolamento domiciliare e non accusano sintomi significativi”. L’Asp ha comunicato al sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, l’avvenuta guarigione di un concittadino precedentemente risultato positivo al Covid. A Canicattì, i positivi al Coronavirus restano 6, mentre sono 4 i guariti.