È giustificata la preoccupazione provocata dalle foto nei luoghi della movida ad Agrigento. Complice il clima mite,  le piazze e le vie sono affollate di giovani nel fine settimana col drink in mano e spesso senza mascherina. I contagi crescono e i giovani possono essere veicolo di contagi. Per questo le forze dell’ordine stanno portando avanti controlli serrati su frequentatori, giovani e non, e proprietari dei locali della movida – che non rispettano le prescrizioni anti-Covid. Quattro le multe – da 300 euro a testa – che sono state elevate ieri sera dai poliziotti della sezione Volanti , con in testa il commissario capo Francesco Sammartino, durante un controllo di prevenzione disposto dal questore di Agrigento Rosa Maria Iraci.

I poliziotti delle Volanti, così per come era stato già preannunciato, ieri sera hanno monitorato le vie del centro: via Atenea, via Pirandello e piazza San Francesco in maniera particolare. Due agrigentini e ad altrettanti migranti trovati senza indossare la mascherina sono stati sanzionati.

“I quattro non rispettavano le disposizioni vigenti sui dispositivi di protezione individuale – hanno reso noto dalla Questura – negli spazi dove è più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura occasionale e non mantenevano il distanziamento sociale”.