A Licata e Palma di Montechiaro i contagi aumentano in modo esponenziale: nell città del Faro, ieri, si sono registrati 13 positivi , molti sono ragazzini, a Palma di Montechiaro 11 nuovi casi. A Canicattì, dove i positivi sono arrivati a 71, aumenta la preoccupazione legata alle scuole. “Aumentano i casi di positività in città e nelle scuole – ammette il sindaco Ettore Di Ventura – . A segnalarlo l’Asp di Agrigento e i dirigenti scolastici che chiedono la chiusura e la sanificazione dei plessi interessati”. E il primo cittadino ha disposto la chiusura e la sanificazione delle scuole media Verga, Pirandello e Gangitano. “Il plesso La Carrubba Infanzia, di cui ho disposto la chiusura qualche giorno fa, riprenderà le attività didattiche lunedì 9 novembre. Anche il plesso Don Bosco, all’interno del quale è terminata l’indagine epidemiologica, riaprirà regolarmente lunedì 9 novembre – ha spiegato l’amministratore – .“

Quattro positivi in più a Sambuca di Sicilia e a Naro, due ad Aragona e altrettanti a Camastra.  Spesso i numeri a dispozione dei sindaci non coincidono con quelli del bollettino dell’Asp , Ad esempio,mentre l’Asp di Agrigento ieri segnalava per San Biagio Platani un solo contagiato da Covid-19 e un guarito, la commissione straordinaria ha dato notizia di 8 casi. Grotte che, nel report dei dati di sorveglianza epidemiologica dell’Asp, giovedì sera aveva 6 positivi, ieri mattina s’è vista notificare altri due casi. Ma ci sono sindaci, come quello di Campobello di Licata: Gianni Picone, che hanno avuto notificati meno casi rispetto a quelli comunicati dall’Asp. Il primo cittadino Picone, riferisce d’essere a conoscenza di soli 11 casi, mentre nel report fornito dall’azienda sanitaria provinciale risultavano esserci 12 pazienti in trattamento. 3 i nuovi positivi ad Agrigento. La classe della scuola primaria Lauricella posta in quarantena, in seguito alla positività di un alunno, sottoposta a tamponi è risultata negativa. Prima alla Garibaldi e poi alla Lauricella nessun contagio tra i compagni di classe e tra docenti. Nuovi casi anche a Sambuca di Sicilia e a Naro, ad Aragona e a Camastra.