fbpx

Sull’isola di Lampedusa , che dipende dall’Asp di Palermo, si è registrato il primo decesso per Covid19. Si tratta di una donna, aveva 62 anni, dopo essere risultata positiva stava osservando la quarantena in isolamento ed era sotto osservazione sanitaria prevista dai protocolli. Ieri le sue condizioni si sono aggravate, è stata trasportata in ambulanza al Poliambulatorio ma nonostante l’intervento dei medici per lei non c’è stato nulla da fare. “Un dolore immenso- ha commentato il sindaco Totò Martello- se non si rispettano le regole sono pronto a chiudere tutte le attività, pur di tutelare la salute della cittadinanza. È un momento drammatico per la nostra Comunità, provo una profonda rabbia anche perché non tutti, forse, qui sull’isola si rendono conto della gravità della situazione e dei rischi causati da questo maledetto virus. Lo ripeto ancora una volta: stiamo dando la possibilità a tutti i cittadini di effettuare tamponi gratuiti presso l’Usca del nostro Poliambulatorio, che è l’unica struttura dell’isola abilitata ad effettuare esami affidabili e tracciabili. Gli esami presso i laboratori privati non sempre sono attendibili e non permettono di registrare con certezza gli eventuali positivi”. Dal bollettino dell’Asp di Agrigento del 30 ottobre emergono 25 nuovi casi. Un contagio da Covid-19 alla scuola primaria “Lauricella” di Agrigento. In città i nuovi casi sono 5. 2 a Licata dove si è arrivati al dato complessivo di 37 infetti. Aumento dei positivi, anche a Castrofilippo che è a quota 8. Quatto i casi refertati, invece, a Sciacca e due a Canicattì. Comitini non è più “free”: c’è un caso. Un caso in più ad Alessadria della Rocca e uno pure ad Aragona che è passata da 7 ad 8, restano 26 invece i guariti, con un totale di 34 casi. Nel bollettino dell’azienda sanitaria provinciale non sono inseriti i nuovi casi di Realmonte emersi nella serata di ieri . Il neo sindaco Sabrina Lattuca, con un video, ha fatto sapere ai concittadini che ci sono 5 positivi.

E questa mattina sono emersi altri casi a Racalmuto. Al sindaco Vincenzo Maniglia sono stati notificati due nuovi contagi da Covid-19. Cresce anche la preoccupazione a Naro dove, ieri sera, c’erano 15 positivi e 25 persone in quarantena. “E’ un dato che subirà modifica – ha spiegato il sindaco Maria Grazia Brandara – . Alcuni dei positivi sono anziani ospiti di una struttura. Non è da persone intelligenti, bypassare l’ordinanza che impone la chiusura dei locali alle 18 e fare feste private in periferia”.