fbpx

C’è un nuovo caso di coronavirus ad Agrigento. Ad annunciarlo sui social è il sindaco Lillo Firetto. “L’Asp mi ha comunicato che abbiamo un nuovo caso positivo – ha scritto -. Si tratta di una signora di ritorno da una vacanza in Sardegna. Come protocollo, si stanno attivando tutte le attività di prevenzione e gli accertamenti del caso sui suoi possibili contatti. La signora accusa alcuni sintomi tipici della malattia e si trova in isolamento domiciliare”. In Sicilia crescono i tamponi e crescono anche i nuovi positivi ma l’incremento dei ricoverati rimane basso. In Sicilia i 4.072 tamponi effettuati hanno svelato 50 nuovi contagiati da coronavirus, i dati sono del ministero della salute e aggiornati a ieri pomeriggio. Dunque non è inserito il caso di Agrigento. Fra questi non ci sono migranti. I nuovi casi sono concentrati in cinque province: 17 a Palermo, 16 a Catania (7 di questi sono provenienti da paesi esteri), 7 a Messina (cinque sono tornati dalla Sardegna), 3 a Ragusa (due di ritorno da Malta) e 7 a Siracusa. In Sicilia crolla l’indice di contagio a 0.68, ma la situazione continua a peggiorare, nell’Isola come in Italia, come certifica l’istituto superiore di Sanità, e cala a 29 anni l’età media per i contagi da coronavirus. La circolazione avviene oggi con maggiore frequenza nelle fasce di età più giovani, in un contesto di avanzata riapertura delle attività commerciali (inclusi luoghi di aggregazione) e di aumentata mobilità. “Si conferma un aumento nei nuovi casi segnalati in Italia per la quarta settimana consecutiva con una incidenza cumulativa, nel periodo che da dal 10 al 23 agosto, di 14,93 per 100.000 abitanti, in aumento dal periodo 6-19 luglio e simile ai livelli osservati all’inizio di giugno”.