Si sono aggiunge altre due vittime del coronavirus, ieri, alla 70enne di Ravanusa: un uomo di soli 47 anni di Canicattì e un 76enne di Grotte. Tre vittime , dunque, in un solo giorno. “Un nostro concittadino di soli 47 anni che aveva contratto il covid i primi giorni del mese di dicembre è mancato – ha reso noto il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, – . Non ci sono altre parole da aggiungere, solo tanto dolore”. Il sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, ha reso nota la notizia di una nuova tragedia. “Purtroppo, con grande amarezza, devo comunicare di avere ricevuto la notizia della morte del nostro concittadino di anni 76 – ha scritto, sui social, l’amministratore – . Tutta l’amministrazione e la cittadinanza vi è vicina”. Per l’Agrigentino si tratta, purtroppo, di ennesime tragedie. Stando al report dell’Asp di Agrigento – l’ultimo, in ordine di tempo, è stato diramato lo scorso venerdì 11 dicembre -, le vittime agrigentine sono state, fino ad ora, 87. Adesso, il numero è destinato ad arrivare a 90. Nel bollettino del ministero della salute datato 15 dicembre sarebbero 82 i nuovi contagi nell’agrigentino. In Sicilia t i dati tornano a salire con l’Isola che si trova nuovamente sopra la soglia dei 1.000 casi giornalieri e con altri 31 morti.