La Procura della Repubblica di Agrigento ha disposto il dissequestro temporaneo e parziale delle macerie di palazzo Lo Jacono. Il provvedimento arriva a seguito del deposito, avvenuto lunedì scorso, della consulenza tecnica conferita ad alcuni professionisti di Catania ai quali gli uffici giudiziari agrigentini hanno chiesto indicazioni e raccomandazioni per la messa in sicurezza degli immobili limitrofi alla zona del crollo di palazzo Lojacono. E infatti nel provvedimento di dissequestro la Procura ha chiesto al Comune di Agrigento, alla Protezione civile e alla Soprintendenza l’esecuzione di una serie di interventi di messa in sicurezza dell’area. La decisione della Procura è arrivata per la necessità di garantire la pubblica incolumità e di ripristinare le condizioni di sicurezza nella zona abitata adiacente al crollo.