fbpx

®

Il giudice monocratico, Ezio Damizia, del tribunale di Agrigento ha condannato a 4 anni e 2 mesi di reclusione l’imprenditore Antonio Di Vincenzo e ad 1 anno il direttore dei lavori Vincenzo Marchese Ragona per omicidio e disastro colposo. Il processo svoltosi stamani e’ quello sul crollo, avvenuto nel settembre del 2006, di un edificio nella zona di Torre di Gaffe a Licata, dove perse la vita l’operaio romeno Mircea Spiridon, 32 anni. Il Pm Giacomo Forte aveva chiesto la condanna a 6 anni per Di Vincenzo e a 2 anni per Marchese Ragona.