L’insediamento è avvenuto questa mattina in occasione della seduta convocata dal presidente Bernardo Agrò e alla quale hanno partecipato il direttore Roberto Sciarratta, il Soprintendente Michele Benfari e in video conferenza l’archeologo Salvo Barrano. Assente giustificato l’avv. Luigi Troja. E l’inizio non è stato solo burocratico, o il benvenuto che gli hanno rivolto gli altri componenti del Consiglio. Sono stati discussi e approvati diversi argomenti all’ordine del giorno come il pagamento di debiti fuori bilancio ma anche l’aumento del prezzo del biglietto d’accesso e dell’abbonamento per accedere all’area archeologica di Agrigento. Il biglietto, infatti, alla riapertura costerà due euro in più, quindi dodici euro. Quello cumulativo con il Museo Griffo passa a 20 euro. Altri argomenti quale l’organizzazione della prossima stagione turistica 2021 o la istituzionalizzazione del premio “Empedocle” sono state rinviate alla prossima seduta in programma il 17 dicembre prossimo.
Nel suo intervento introduttivo il presidente Agrò ha spiegato perché in questo momento di fermio delle attività legate al Covid bisogna lavorare per essere pronti alla riapertura. Il sindaco Miccichè al termine dei lavori ha commentato positivamente questa nuova esperienza aggiungendo di avere trovato una buona sinergia con il presidente Agrò e con gli altri componenti del Consiglio.