La Procura di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati il sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, per l’ipotesi di reato di istigazione all’odio razziale e abuso di autorità. L’inchiesta, secondo quanto si è appreso, è stata aperta dopo l’ordinanza emessa dal primo cittadino dell’isola delle Pelagie che impone il divieto ai clandestini sbarcati a Lampedusa di utilizzare i luoghi pubblici. L’ordinanza è stata fatta dopo le proteste dei lampedusani sul comportamento dei migranti ospitati nel Cie di Lampedusa che sono liberi di girare per le strade del centro abitato. Le indagini sono state affidate alla Guardia di Finanza e Carabinieri.