fbpx

Sono stati rimossi i rifiuti che da anni erano stati pian piano abbandonati lungo la statel 122ter e 640, a Canicattì. Dopo il sequestro effettuato dai carabinieri, il personale addetto e incaricato dall’ente proprietario della strada ha effettuato la rimozione e la bonifica. Lungo le due statali, in tre differenti piazzole di sosta, i carabinieri avevano trovato qualche mese fa prodotti industriali, scarti di lavorazione edile e materiali in disuso, ma anche parti di autovetture, pneumatici e contenitori con oli esausti.

Il Comando Provinciale dell’Arma è impegnato ormai da anni nel tentativo di fronteggiare il proliferare di discariche abusive, molto spesso contenenti rifiuti speciali e pericolosi: controlli mirati volti a risolvere il problema ed aiutare i cittadini in un percorso di corretto smaltimento della spazzatura.

Ieri mattina finalmente la pulizia: in sinergia con l’ente proprietario delle strade e la ditta specializzata incaricata della bonifica, alla costante presenza dei Carabinieri, sono state sgomberate le aree interessate, riportando a nuovo decoro le vie di collegamento ed ingresso a Canicattì.

Le operazioni a tutela dell’ambiente e di contrasto all’odioso fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti continueranno senza sosta in tutta la provincia.