E’ stata dissequestrata l’area del crollo di palazzo Lo Jacono-Maraventano, il nobiliare immobile sbriciolatosi al suolo lo scorso 25 aprile, in via San Vincenzo, nel centro storico di Agrigento. A firmare il provvedimento, questa mattina, sono stati i sostituti procuratori, titolari dei fascicoli di inchiesta, Santo Fornasier ed Arianna Ciavattini del tribunale di Agrigento. Adesso, l’amministrazione comunale potrà cominciare ad avviare gli interventi di messa in sicurezza delle pareti rimaste pericolosamente in piedi, e della rimozione delle macerie.