Su disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento, è stata eseguita l’autopsia sulla salma di Rosalia Marzullo. L’esame autoptico è ritenuto indispensabile per accertare perché sia morta la sessantunenne agrigentina, deceduta alcuni giorni fa all’interno del reparto di Medicina dell’ospedale San Giovanni di Dio, dopo quello che l’avvocato della famiglia, Basilio Vella, ha definito un presunto caso di malasanità. A effettuare l’esame sul cadavere all’interno della camera mortuaria dello stesso nosocomio è stato il medico legale dell’Università di Palermo Nunzia Albano. L’autopsia si è protratta per circa un’ora e vi ha assistito come medico nominato dalla famiglia quale perito di parte, il dottor Gianfranco Pullara.