I carabinieri della Compagnia di Agrigento, guidati dal maggiore Marco La Rovere, dopo un’indagine davvero “lampo”, hanno identificato gli autori che hanno devastato un tratto di spiaggia di viale delle Dune, a San Leone. A finire nei guai un trentacinquenne, agrigentino, operatore commerciale, titolare di una struttura balneare, e un quarantottenne, anche lui agrigentino, operaio di una ditta privata, che su incarico del primo, con una ruspa ha spianato le dune naturali, e abbattuto diversi alberi del vicino boschetto. I due sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per le ipotesi di reato di danneggiamento, invasione di terreni, e disboscamento. L’attività investigativa ha permesso di accertare anche il motivo dello scempio. Quel pezzo di arenile sarebbe servito per collocare ombrelloni, sdraio, lettini, e verosimilmente altre attrezzature di mare, in vista della stagione calda. Il tutto senza autorizzazioni. A denunciare il danneggiamento, domenica, era stata l’associazione ambientalista MareAmico.