Salvatore Sedita, il 34enne racalmutese, è stato arrestato. L’uomo, dopo un interrogatorio durato tutta la notte avrebbe detto di essere stato lui ad uccidere i propri genitori, Giuseppe Sedita e Rosa Sardo. Le vittime, sono state trovate, ieri sera, nel soggiorno di un’abitazione in contrada “Stazione”, a Racalmuto, in un lago di sangue. I due coniugi erano abbracciati. Il 34enne avrebbe detto “quelli non erano i suoi veri genitori”, ripetendo di vedere “fantasmi”, e di “fare uso di crack”.

L’arma utilizzata per il duplice omicidio dovrebbe essere una mannaia da macellaio, trovata vicino ai corpi. Salvatore Sedita è stato arrestato dai carabinieri. L’inchiesta è coordinata dal procuratore capo facente funzioni, Salvatore Vella, e dal sostituto procuratore Gloria Andreoli. In attesa della convalida, Salvatore Seidita è stato ricoverato nel reparto di psichiatria del’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Sul luogo del duplice omicidio sono ancora al lavoro i carabinieri del Ris per alcuni rilievi.