Interviene sul maxiemendamento presentato dal governo regionale, Michele Cimino, deputato regionale di Forza del Sud. “Ritengo sia un atto di killeraggio politico, ha affermato, questo è il mio 17° Bilancio e non si era mai verificato che alla chiusura del lavoro della commissione il governo con un maxiemendamento stravolgesse il lavoro fatto”. “Questo maxiemendamento, continua Cimino, contiene norme come la soppressione dell’istituto della Vite del Vino, dello Iacp, che devono essere concertati con le parti sociali. L’unico obiettivo che si può ottenere con questo nuovo testo è il rallentamento dei lavori d’aula e screditare sia i capigruppo sia la commissione Bilancio per il lavoro svolto sinora. Spero che almeno questo maxiemendamento venga inviato alla commissione Bilancio per essere discusso ed approvato,per porre fine a questo modo di agire che sarebbe un pericoloso precedente” conclude Cimino.