fbpx


La Filcams Cgil di Agrigento chiede un intervento, a chi di competenza e al ministro della giusizia, Angelino Alfano, sui 230 lavoratori ex LSU stabilizzati con contratto a tempo indeterminato che rischiano di rimanere senza lavoro. Si tratta di lavoratori part-time ed occupati a svolgere servizi di pulizie negli istituti scolastici della provincia di Agrigento in forza alle cooperative Sicula Ciclat e Ipacem. “Qualche giorno fa- scrivono i sindacalisti Castronovo e Todaro- le imprese che gestiscono i servizi hanno avvisto le procedure di mobilità per tutti i lavoratori. Ciò significherebbe licenziamenti collettivi, perchè la categoria di lavoratori, non ha diritto all’indennità di mobilità. Ad oggi- continuano- nonostante siano state messe in bilancio, mancano le somme per la copertura economica del secondo semestre 2010 e non c’è traccia di discussione per il proseguo degli appalti per il 2011”.