Sette milioni e quattrocento mila euro disponibili subito. A tanto ammonta il finanziamento che arriverà in provincia di Agrigento su un totale di 30 milioni per l’automazione e la razionalizzazione degli impianti irrigui siciliani. E con il nuovo programma nazionale irriguo si parte da Sambuca di Sicilia e dal lago Arancio dove saranno potenziate le reti idriche permettendo così a tutto il territorio belicino di avere una maggiore capacità di investire in colture diverse. Soldi disponibili subito quindi, anche se qualche progetto va rivisto e aggiustato alla luce delle nuove normative, così come in alcuni casi va rivisto il funzionamento dei consorzi di bonifica. Secondo il deputato del Pdl Giuseppe Marinello, oggi alcuni consorzi di bonifica sono sovraccaricati di oneri e di personale frutto di assunzioni clientelari. E in questo modo non possono funzionare al meglio.