Un militare appartenente alla Guardia di Finanza, libero dal servizio, è riuscito a sventare il suicidio di un ventenne di Agrigento, che stava cercando di togliersi la vita, lanciandosi dal viadotto Morandi. Il finanziere mentre stava percorrendo l’arteria in direzione Porto Empedocle, ha notato, dall’altra parte della carreggiata, un giovane che camminava a piedi lungo il viadotto, in direzione Agrigento, in apparente stato di confusione e che si sporgeva dal guard-rail come se volesse valutare l’altezza dello stesso viadotto. In pochi attimi il finanziere è riuscito a raggiungere il giovane,e qualificandosi come militare della Guardia di Finanza ha cercato di farlo parlare distraendolo. Il ragazzo gli avrebbe detto, che aveva voglia di farla finita perchè aveva deluso i genitori, i fratelli e gli amici. Una volta rassicurato, il giovane si è convinto e pentito del gesto, e ha subito manifestato l’intenzione di ritornare a casa per abbracciare i propri cari. A quel punto dopo averlo abbracciato, il militare lo ha riportato a casa, affidandolo ai genitori.