Domenica prossima, 20 marzo,  alle  18 al Palamoncada torna il campionato con un match molto sentito tra la Fortitudo Agrigento e la Viola Reggio Calabria, in passato protagoniste di grandi sfide. Proprio in occasione della partita sarà possibile fare una donazione di beni di prima necessità come coperte, acqua, medicinali, cibo lunga conservazione che sarà destinata al popolo ucraino. La Fortitudo Agrigento, insieme alla Moncada Energy Group e la Fondazione Agire Insieme, sta preparando i due pullman che andranno in Polonia, al confine con l’Ucraina, lasceranno i beni e torneranno carichi di persone che verranno ospitate ad Agrigento e provincia. A partire saranno un membro dello staff della Fortitudo Agrigento e due volontari. Il presidente della Fortitudo, Gabriele Moncada, lancia l’appello ai tifosi: “Questa è una partita che dobbiamo vincere tutti insieme, vogliamo raccogliere quanto più materiale possibile e cercare di aiutare ancora una volta chi è in seria difficoltà, noi non ci tiriamo indietro e spero che il nostro pubblico possa darci una mano”. Intanto, la missione umanitaria, partita da Favara all’alba di martedì , è nella città di Chelm, a 20 km dal confine polacco. A bordo del mezzo anche beni di prima necessità: tutto è stato reso possibile grazie alla raccolta fondi lanciata da Carla Bartoli che studia a Parigi e che vuole intraprendere la carriera diplomatica. ottomila euro la cifra raccolta. A portare avanti la missione , per conto di Carla, è sua mamma Florinda Saieva: anche lei a bordo del mezzo che porterà nell’Agrigentino e nel Nisseno, 50 persone: donne e bambini soprattutto.