Ha voluto far tappa anche ad Agrigento, nel corso del suo tour tra le sedi dell’Ugl della penisola, Giovanni Centrella, segretario generale della confederazione.

Insieme a Lui, sono stati affrontati i temi relativi alle problematiche del mondo del lavoro ad Agrigento ed in provincia, primo fra tutti il precariato, che raggiungerebbe il 30 se non il 40% di quello isolano.

Centrella, subentrato alla guida del sindacato dopo l’elezione a governatore del Lazio di Renata Polverini, ha subito parlato della crisi economica ed occupazionale di tutto il meridione e non solo della regione sicilia; di quanto nella nostra terra si debba lavorare in termini di infrastrutture, che ha definito fatiscenti; di quante risorse abbia una città come Agrigento, teatro della valle dei templi. Ma soprattutto del ruolo del sindacato, elemento di pungolo per la politica e lo sviluppo occupazionale.

In ogni caso per Centrella, il sindacato, deve ritornare a recarsi nei luoghi di lavoro, deve ritrovare la sua mission; difendere il lavoro e i lavoratori, ed i pensionati; deve mantenersi apolitico ed equidistante dalla politica, deve dare importanza alla base, al territorio.

La sua visita è stata occasione per l’inaugurazione dei nuovi locali dell’UGL.Poi il Segretario Generale è partito alla volta di Palermo per continuare il suo giro di incontri presso le altre sedi siciliane dell’UGL.