La Giunta provinciale si avvia a trasformarsi da tecnica a politica. Dopo il ritorno nella squadra presieduta da Eugenio D’Orsi di Mariano Ragusa, si sono avute le dimissioni di Tullio Lanza e di Giuseppe Pasciuta. Ufficialmente i due hanno giustificato la rinuncia con i loro impegni, ma le motivazioni vanno ricercate nella necessità di mantenere a 10 il numero degli assessori, ma soprattutto nel fatto che si sta cambiando formula, restituendo il primato alla politica.