fbpx

Archivata a Grotte anche la quindicesima edizione del premio letterario “Nino Martoglio”, la kermesse ideata e diretta dall’artista Aristotele Cuffaro che quest’anno ha assegnato gli ambiti riconoscimenti a tre ambasciatori della cultura siciliana. All’attrice Donatella Finocchiaro, protagonista della pellicola di successo “Il regista di matrimoni” il premio speciale “Gregorio Napoli”, l’artista però frenata da un malore, non ha potuto ritirare il riconoscimento.  Tra i premiati anche l’agrigentino Giovanni Moscato a cui la giuria ha assegnato il “Francesco Pellitteri” un tributo alla carriera per il poliedrico artista. Per la sezione artistico – musicale invece la scelta è andata sulla musicista e stilista palermitana, Alessandra Salerno, la giovane artista protagonista di un noto talent show che ha incantato i presenti con la rivisitazione di brani dell’indimenticata Rosa Balistreri accompagnati dall’autoharp, un ibrido tra arpa elettrica e fisarmnica.  Al premio Martoglio di Grotte anche la bella marsalese Anna Passalacqua, finalista di Miss Italia, che al concorso di bellezza è stata protagonista di un divertente sketch in lingua sicula con l’attore Gabriel Garko. Una manifestazione, quella voluta da Aristotele Cuffaro che da’ lustro alla cittadina agrigentina e che la candida ad essere una delle capitali della cultura siciliana.