“Sono bollette assolutamente illegittime”. Ne sono certi al centro servizi al Cittadino di Agrigento prendendo in considerazione le bollette giunte nelle case degli agrigentini che richiedono il pagamento di maggiori consumi idrici.

A calcolarli il Comune di Agrigento partendo da assunti che per Nello Hamel non hanno alcun fondamento.

Ma i problemi riguardano anche il calcolo del presunto maggiore consumo.

Dal centro servizi al Cittadino sono già partiti circa 120 ricorsi al Comune in autotutela. Ma avendo ricevuto risposte che dal centro vengono definite inadeguate sono pronti a un altra strada.

Intanto Nello Hamel ha anche inviato una bozza di interrogazione ai deputati regionali per chiedere l’intervento di un commissario ad acta che valuti la questione e provveda eventualmente all’annullamento delle bollette per evitare danni anche erariali al Comune.